Drop us a Line

Lorem ipsum dolor sit amet,
consectetuer ux adipis cing elit, sed

NAME@YOURSITE.COM

en
it

CDRA ottiene innanzi al TAR Lazio l’annullamento delle Convenzioni GRIN

Il T.A.R. Lazio, sez. III ter con una serie di sentenze del 16 novembre 2018, ha accolto integralmente le censure proposte da CDRA con il founding partners Carlo Comandè e con la senior associate Paola Floridia avverso lo schema di “Convenzione per la regolazione economica dell’incentivo sulla ‘produzione netta incentivata’ per il residuo periodo di diritto, successivo al 2015, riconosciuto agli impianti che hanno maturato il diritto a fruire dei Certificati Verdi ai sensi degli articoli 19 e 30 del Decreto 6 luglio 2012

In particolare il TAR ha affermato che il GSE, laddove ha imposto ai produttori degli impianti già ammessi a beneficiare dei certificati verdi la sottoscrizione di una “convenzione”, ai fini di poter ottenere la “commutazione” dei certificati verdi nella nuova tariffa incentivante, ha agito in carenza di potere, avendo prescritto adempimenti che, in base alle norme primarie e secondarie prima ricordate, non sono previsti tra le “modalità” di commutazione.

Si tratta di un altro importantissimo successo per CDRA su di una tematica assai delicata che, infatti, ha visto la quasi totalità degli operatori del settore insorgere contro un provvedimento del GSE che pur in assoluta carenza dei presupposti di legge pretendeva di intervenire sulle concrete modalità di erogazione degli incentivi in favore anche di quegli impianti incentivati prima del 2012.

Scarica la Sentenza
Share on: